sabato 9 marzo 2013

GRILLETTO NUMERO 1: cittadino Bernini Paolo

Cari amici della rete, comincio questa mia disamina del mondo dei cinque stronzi (che siamo molto più di cinque), presentandovi il cittadino nostro dipendente Paolo Bernini, eletto alla Camera dei Deputati nella circoscrizione Emilia-Romagna.

Il povero Paolo è stato subito vittima di un complotto plutoraitremassonico dopo che ha cominciato a vedere il mondo in modo completamente diverso in seguito alla visione di un documentario che penso si pronunci Zagaiss, Zagass, Zaigassss, Escalabar, Escansalar, ma è un cittadino qualunque come gli altri che conta uno, che ne sa lui delle pronunce. Meno male che dopo ha avuto lo spazio nella rete per spiegarsi: è stato troppo ingenuo ad accogliere una troupe tv in casa. E dai, Paolo Bernini, cittadino nostro dipendente, noi lo sappiamo perché ci informiamo su internet, ma bisogna stare molto attenti alla KASTA maledetta dei giornali che impianta troupe sottotetto per controllarci e per metterci alla berlina in siti di giornalisti prezzolati dal regime. La prossima volta non fare entrare una troupe in casa, magari accoglila in giardino e racconta là le tue scomode verità. No signoraggio, no troupe in salotto.

Intanto, però, conosciamo meglio Paolo Bernini, cittadino nostro dipendente.


Qua si può leggere il suo curriculum, ma per chi non ne avesse voglia né tempo, lo riassumo io. Paolo Bernini nasce il 3 luglio 1987 a Cento, e quindi è giovane, non fa parte della KASTA, ed è laureato in tecnologia della comunicazione. Giovane e laureato, quello che ci vuole, mica un vecchio analfabeta. E sa fare anche un sacco di lavori: "giornalista, gestore e amministratore base dati, assemblatore computer, creatore siti internet, video maker" e soprattutto "PUBBLICA AMMINISTRAZIONE". Basta con la KASTA di politici incompetenti e di amministratori corrotti, licenziamoli tutti, c'è Paolo Bernini che sa fare la PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. Ne troviamo un altro che sa fare il PAPATO e mandiamo a casa anche la KASTA dei KARDINALI. Grande Paolo, dammi un cinque.

Proseguiamo con attenzione: dal 2002 al 2006, puntuale ogni anno, Paolo ha guidato un muletto per un mese d'estate. Mentre la KASTA dei vacanzieri si spaparanzava in spiaggia mangiando gelati, Paolo no, Paolo guidava muletti e non erano nemmeno blu. Altro che choosy. Poi, nel 2012, la svolta: Paolo Bernini diventa grafico multimediale "in grado di progettare e sviluppare soluzioni grafiche per prodotti multimediali, manutenendone e aggiornandone costantemente i contenuti". Manutenendone? Paolo sei sprecato a fare il nostro dipendente, dovresti fare il poeta. Noi cinque stronzi, che siamo molti più di cinque, ti ringraziamo per il tuo impegno nei confronti della cosa pubblica, ma ti consigliamo di sfruttare pienamente il tuo animo poetico: m''illumino di manutenendone; si sta come d'autunno manutenendone sugli alberi le foglie. Grande Paolo, dammi un cinque.

Per motivi di spazio tralascio le altre notevoli competenze professionali del neocittadino Paolo Bernini e mi concentro sulle sue capacità e competenze sociali. Paolo Bernini, infatti, ha "ottima capacità nell’adeguarsi ad ambienti multiculturali, conseguita grazie all'esperienza a esperienze all'estero" e soprattutto possiede una "buona capacità di comunicazione, ottenuta grazie alla mia esperienza nel campo delle nuove tecnologie e nelle attività di volantinaggio". Che umiltà, Paolo Bernini, che umiltà! Lui ha buone capacità, non ottime: lui dava i volantini e socializzava, mica come quelli della KASTA dei volantini che ti riempiono la cassetta della posta e nemmeno socializzano. E che dire, poi, della sua capacità maturata grazie all'esperienza a esperienze all'estero? Che dire? Niente, infatti per umiltà non le specifica. Grande Paolo, dammi un cinque.

Paolo Bernini poi ha "ottima esperienza nell'assemblaggio di componenti Hardware, configurazione software (autodidatta)". Sì, perché Paolo Bernini non ha bisogno di maestrini e professorini, Paolo Bernini è un selfmademan. Paolo Bernini si monta da solo le casse del computer. Paolo Bernini non chiede aiuto al cugino per installare Firefox. Grande Paolo, dammi un cinque.

E poi, per finire, Paolo Bernini dichiara che lui ha anche altre capacità e competenze: "alimentazione (vegan)". Paolo Bernini sa mangiare le verdure! Paolo Bernini sa mangiare le carote! Non è un nano di Arcore, un Gargamella, una Frignero che non sono capaci, no, Paolo Bernini sa mangiare delle zucchine come nessun altro! Grande Paolo, dammi un cinque.

Finita la disamina sull'ottimo cv di Paolo, vediamo ora quali sono i punti principali della sua azione politica, cercando di capire quali benefici trarremo, in veste di cittadini e di stronzi, dal suo operato. Mi concentrerò solo su alcuni punti, rimandandovi per il resto alla sua dichiarazione di intenti allegata al curriculum:
  • "Diminuire tutti i privilegi politici e assumere dirigenti attraverso curriculum": bravo Paolo. Diminuire i privilegi, non eliminarli: autoblu, ma utilitaria; aragosta, ma piccola. E poi l'assunzione attraverso curriculum, così si aboliscono i concorsi e si risparmia un bel po' di denaro pubblico.
  • "Alfabetizzazione informatica per tutta la popolazione": bravo Paolo, sono d'accordo. E nonna, sei avvisata, molla il DiPiù e comincia a smanettare con Ubuntu, basta Sandro Mayer, studia Aaron Swartz.
  • "Proporre una legge adottando il sistema contributivo tedesco sulla professione di fede religiosa, che chi crede e pratica in una determinata religione si paga la propria quota": bravo Paolo. Qua non c'è nemmeno bisogno di scriverla, una legge, basta riportare questo proposito: Art. 1 "che chi crede e pratica in una determinata religione si paga la propria quota". Magari si può fare un altro articolo con sconti e incentivi per i sincretisti.
  • "Riportare la sovranità monetaria nel nostro Paese evitando che banche private come Bankitalia e BCE abbiano in mano il potere di produrre moneta senza restrizioni": bravo Paolo, a te il signoraggio ti fa un baffo. E anche l'inflazione. C'è la crisi? Mancano i soldi? Stampiamoli!!1!! Ma com'è che non ci aveva ancora pensato nessuno?
  • "Fare una legge sul conflitto d’interessi per le persone che svolgono mansioni nella pubblica amministrazione": i maligni prezzolati dal regime KASTA di merda potrebbero credere che Paolino qua si sia confuso, ma è solo malainformazione di regime.

Come non essere d'accordo con Paolo Bernini? Ammiratene la giovane età e manutenetene il suo impegno a favore di una cittadinanza attiva e informata e non ditemi che credete ancora che sia stato Bin Laden.

Buona SVEGLIA!!!!11!!!1 a tutti!!!!111!11!

4 commenti:

  1. Minio Ottone (posso chiamarti Minio, vero?) t'è sfuggita la chiave di lettura di tutta la vicenZa:

    "Legalizzare la produzione di canapa indica per uso ricreativo togliendo così i profitti derivanti dal traffico di stupefacenti alla criminalità organizzata."

    Ziocane Paolino s'è fumata tutta la maria di San Pietro, di Pieve e pure di Cento.

    Il chip a lui non glielo fanno di silicio glielo fanno di canapa indiana...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non è che mi è sfuggito, è che non posso mettere tutto. Anche perché si inizia col cv del cittadino Bernini e si passa a tutti gli altri. E di perle ce n'è, ah se ce n'è... Grazie Beppe di aver svegliato tutte queste coscienze!1!!!

      E comunque mi si può chiamare Migno, che fa anche un po' brasil e dunque aperto a nuove esperienze-

      Elimina
  2. Poverini, mi fate pena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu invece mi dai un senso di vigliacco anonimato. Pensa come cambiano le percezioni :D

      Elimina

EsPrimITI aNKe tU KONTRO la KASTA!!1!1!!!